“Ricci Ri-belli”: un innovativo progetto sociale coinvolge Parlux e il gruppo stilistico Orea Malià

fcc114f2-80b6-4738-8ae0-90c76f17e9d0

Per due mesi, i phon Parlux ADVANCE accompagneranno le detenute del carcere di Bologna in un percorso formativo a loro dedicato.

Un corso di formazione, un laboratorio, un libro ed un film per documentare il percorso di educazione alla bellezza  e di acquisizione di tecniche di acconciatura per le detenute del carcere bolognese della Dozza.  

E’ questo l’interessante progetto ideato e promosso da due associazioni del territorio operanti in Emilia Romagna (Artemisia e Kinodromo) che coinvolge il gruppo stilistico Orea Malià, noto brand del settore e famoso salone di acconciatura, che a Bologna gestisce il primo dei suoi altri due rinomati saloni siti a Milano.

Per un periodo di due mesi, ogni lunedi, alcune selezionate detenute potranno seguire un corso formativo, volto in primo luogo al recupero e alla presa di cura di sé (molto spesso annullata proprio dalla detenzione) e contemporaneamente seguire un corso formativo per diventare parrucchiere, professione da imparare ed esercitare magari,  alla fine della detenzione, una volta uscite dal carcere.

Gli istruttori e le allieve impegnate durante questo corso potranno utilizzare,  tra gli accessori messi a disposizione da alcune importanti aziende del settore acconciatura, anche asciugacapelli Parlux ADVANCE, ovvero l’eccellenza nel settore degli accessori professionali per il mondo dei parrucchieri.

Questo phon è il più amato dagli acconciatori grazie alle sue caratteristiche tecniche (potenza, leggerezza, silenziosità, ottimo bilanciamento, Ionic & Ceramic System) e sarà un ottimo compagno per la formazione e eventuale lavoro per queste probabili parrucchiere del futuro.

L’esperienza davvero inusuale, sarà documenta proprio con foto, video e molto probabilmente anche con uno spettacolo teatrale da realizzare all’interno del carcere stesso, ove le detenute si scambieranno i ruoli di modelle e coiffeuse e potranno mostrare quanto imparato.

lascia un commento