Arricciacapelli per parrucchieri: quale scegliere?

Arricciacapelli per parrucchieri

Quando arriva il momento di arricciare i capelli, molti sono in dubbio su quale sia il miglior ferro arricciacapelli da usare. Con tutte le varietà presenti in commercio è davvero difficile capire quale modello faccia al proprio caso, e i numerosi videotutorial sul web non fanno che confondere le idee. Su quali caratteristiche bisogna puntare per avere il miglior arricciacapelli?

Passare da capelli lisci senza corpo a dei voluminosi capelli ricci (o semplicemente ondulati), non è esattamente un gioco da ragazzi: il ferro arricciacapelli deve essere di una buona qualità e deve arrivare a una temperatura massima che non danneggi nessun tipo di capello, oltre ad avere una forma che aiuti a ottenere esattamente la texture che si desidera.

Gli arricciacapelli per parrucchieri possono essere di diversi materiali e forme: in questo articolo ti spiegheremo quali criteri tenere conto per la scelta del modello perfetto per le tue esigenze. Vediamo:

 

Cos’è e come funziona un arricciacapelli professionale?

Insieme alla piastra, il ferro arricciacapelli è uno degli strumenti più utilizzati per lo stylish dei capelli. A differenza dei normali arricciacapelli, un modello professionale presuppone una buona manualità, ma, nello stesso tempo, garantisce un risultato molto migliore. Parlux, leader mondiale nella fornitura di prodotti per parrucchieri, offre tre modelli di asciugacapelli professionali pensati per gli hair stylist più esigenti. 

Prima di addentrarci nella descrizione delle caratteristiche di ognuno, vediamo brevemente come funziona un arricciacapelli professionale per parrucchieri

Il ferro arricciacapelli è un accessorio pratico sia per parrucchieri che per uso privato, perché consente di creare ricci e onde voluminosi in breve tempo, accorciando le tempistiche richieste da spazzola e phon. Esistono moltissime tipologie di arricciacapelli professionali in commercio, per consentire di realizzare finish e acconciature diverse a seconda del tipo di capello. Per questo motivo, prima di acquistare un arricciacapelli professionale, occorre considerare tutte le caratteristiche. 

Per esempio, un arricciacapelli professionale dotato di pinza è più indicato per creare ricci uniformi ed è più facile da utilizzare grazie al morsetto. Un arricciacapelli senza morsetto, invece, richiede più manualità ed è consigliato per parrucchieri esperti. Di contro, consente di ottenere ricci più naturali e morbidi. 

Gli arricciacapelli possono essere divisi in tre categorie principali:

  • Arricciacapelli conico o classico;
  • Arricciacapelli con o senza pinza;
  • Arricciacapelli con spirale o liscio.

Vediamole nel dettaglio.

Arricciacapelli professionali: quale scegliere

Parlux è fornitore per i migliori saloni di parrucchieri, ma i suoi ferri arricciacapelli sono utilizzabili anche dalle mani meno esperte e possono essere acquistati per un uso casalingo.

Tra i modelli presenti nella gamma Parlux, è possibile spaziare tra ferri arricciacapelli con diametro grande o più piccolo, a seconda se desideri creare onde più fitte o più ampie.

Gli arricciacapelli possono essere divisi in tre categorie principali:

  • Arricciacapelli conico o classico
  • Arricciacapelli con o senza pinza
  • Arricciacapelli con spirale o liscio

Vediamole nel dettaglio.

ARRICCIACAPELLI CONICO O CLASSICO

Contrariamente a un ferro classico, in un ferro arricciacapelli conico la piastra ha un diametro maggiore alla base, che diminuisce gradualmente avvicinandosi alla punta formando una sorta di “bacchetta”.

All’atto pratico, un arricciacapelli per parrucchieri classico aiuta ad ottenere ricci più uniformi, mentre un ferro conico crea delle onde più naturali, più grandi alle radici e con riccioli più piccoli alle estremità. L’uso dell’arricciacapelli professionale conico è consigliato su capelli naturalmente lisci o poco mossi.

Nella foto è mostrato l’arricciacapelli classico Promatic Spring di Parlux a molla. È disponibile con diametro di 16 mm o 18 mm.

 

 

Scopri Promatic Spring

ARRICCIACAPELLI CON O SENZA PINZA

Il modello con pinza è il tipo di arricciacapelli professionale più usato, ed è un ottimo strumento anche per i principianti dello styling. La clip o il meccanismo a molla offre una presa salda sui capelli mentre li modella attraverso il calore.

Nell’immagine l’arricciacapelli con pinza Promatic di Parlux, disponibile con diametro di 11 mm, 13 mm, 16 mm, 18 mm, 25 mm o 32 mm.

 

 

Scopri Promatic

 

Per mani più allenate a padroneggiare il ferro, invece, consigliamo di scegliere un modello senza pinza. Per i parrucchieri meno esperti è un po’ più difficile da maneggiare, ma permette di sbizzarrirsi più facilmente, creando movimento seguendo il proprio gusto.

ARRICCIACAPELLI CON SPIRALE O LISCIO

L’arricciacapelli professionale con spirale presenta delle creste in rilievo sulla canna, le quali formano una sorta di guida per le ciocche di capelli: grazie a questo elemento è possibile ottenere delle spirali ben definite ancora più facilmente.

Perfetto l’arricciacapelli con spirale Spiral di Parlux, disponibile con diametro di 18 mm.

 

Scopri Spiral

 

Anche in questo caso, la versione liscia è più adatta a chi ha già preso confidenza con i ferri arricciacapelli, o più in generale ai parrucchieri che desiderano più versatilità da un unico strumento.

Come usare un arricciacapelli professionale

Una volta individuato il modello ideale, bisogna anche sapere come sfruttarlo al meglio. Avere la giusta manualità è un aspetto che si impara messa in piega dopo messa in piega, ma ci sono alcuni accorgimenti aggiuntivi che permettono di ottenere dei migliori risultati.

Innanzitutto occorre prima asciugare i capelli molto bene, facendo un leggero brushing. Un consiglio in più: se si utilizza un asciugacapelli professionale con ioni negativi l’effetto finale sarà ancora più definito e brillante.

E ora il momento cruciale: con il ferro ben caldo, avvolgere una ciocca di capelli per volta intorno alla canna, aspettare qualche secondo e poi lasciare andare i capelli. È importante che siano i capelli ad avvolgersi intorno al ferro, non il contrario.

Per ottenere un risultato migliore si consiglia inoltre di non arricciare troppi capelli per volta. Infatti, raccogliere ciocche troppo larghe non consente al calore di distribuirsi uniformemente e realizzare una piega duratura, anche se anche se prendere una ciocca di capelli leggermente più larga può permettere di ottenere un’onda più flessibile.

In seguito, si avvolgono i capelli sul ferro ciocca per ciocca, procedendo con il cambio di direzione a seconda del lato della testa su cui si opera per ottenere un effetto naturale, fino a completare tutta la chioma. Per un effetto meno artificioso, passare le dita tra i capelli, aprendo i ricci delicatamente. Fissare la piega con un velo di lacca o con uno spray lucidante.

L’asciugacapelli professionale utilizzato dal parrucchiere può rovinare il capello?

Gli arricciacapelli professionali forniti da Parlux e utilizzati da moltissimi saloni di hair stylist, non rovinano il capello e lasciano la chioma nutrita e idratata. Essi consentono la regolazione della temperatura (il parrucchiere sa, a seconda del tipo di capello, che temperatura impostare) e sono rivestiti con materiali di qualità. La ceramica, ad esempio, consente al calore di distribuirsi in modo uniforme sul capello senza rovinarne la struttura.

Il cavo girevole antigroviglio, la speciale custodia termica spesso in dotazione con l’arricciacapelli professionale e un manico ergonomico sono elementi altrettanto importanti da valutare per consentire un uso del ferro anche per periodi prolungati.

Scopri gli arricciacapelli Parlux

lascia un commento